Quante cose abbiamo imparato oggi, giocando!

Per i genitori è stato un piacevole déjà vu: Pong, il primo videogioco che ci affascinava nei bar, quando iniziavano a comparire i primi cabinati e le racchette si controllavano con le manopole, è ancora in grado di conquistare i nostri ragazzi come catturava noi.
Un gioco dalla grafica spartana, forse, ma che offre diversi stimoli per il ragionamento logico.
Per esempio, quali nozioni ci servono per impostare correttamente il movimento delle racchette?
I nostri mentor hanno dovuto cimentarsi con il piano cartesiano e i numeri negativi; ci sembra anche che se la siano cavata bene!

 

I ragazzi, poi, hanno creato le elaborazioni più fantasiose: sfondi con scritte di ogni tipo, palline in grado di cambiare velocità, segnapunti e oggetti che scontrandosi con la pallina trasferivano il gioco in altri mondi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...