I nostri Mentor

Federica Scarrioneprofilo è una prof. di Latino ostinatamente tecnologica, solo apparentemente diversa dall’omonima bambina che tra fine anni ’70 e inizi anni ’80 regalava copie di un suo giornalino dattiloscritto e raccoglieva iscrizioni a club di sua invenzione ispirati a anime giapponesi (Goldrake, Capitan Harlock, Candy Candy). Nel web ha sempre visto un grande strumento per le persone che come lei credono nella comunità e nella creatività e tutte le esperienze che ha fatto fino ad ora l’hanno convinta di non aver sbagliato.

Stefano GattiStefano Gatti Ritratto è noto ai più come Micio. La sua prima parola è stata un numero e da quel momento ha dedicato tutta la vita a far diventare le cifre dati e informazione, nel lavoro e, sfortunatamente per moglie e figli, non solo. Sogna di organizzare un DataDojo e prima o poi ci riuscirà, anche a costo di farlo a se stesso.  Appassionato anche di informatica e di metodologie “Lean” e “Agile”, crede ciecamente che queste, unite alla forza creativa delle nuove generazioni, possano aiutarci a vivere meglio. Nel poco tempo libero ama correre all’alba lungo le strade e tra le colline del suo Oltrepò.

Stefano ModroniStefano Modroni Ritratto è pavese di nascita ma idealmente si sente cittadino del mondo e da alcuni anni è impegnato in un progetto open source per la propria azienda. Tutto ebbe inizio quando a vent’anni decise d’impegnare la sua chitarra per un IBM PS2. Avrà fatto bene ? Da allora se l’è chiesto spesso anche se poi alla fine ha scelto una professione a contatto con il software e la tecnologia. Curioso per natura, affronta le  nuove sfide con entusiamo e passione. Ama le escursioni in montagna, la musica blues e la buona cucina. L’energia e creatività dei bambini che partecipano alle iniziative del Coder Dojo è incredibile e ha contagiato anche lui oltre che suo figlio.

Carlo CanevariCarlo Canevari Ritratto ha 41 anni, è nato a Piacenza e vive a Voghera con sua moglie e i suoi 2 “super-eroi” di 9 e 5 anni.
Da ragazzino le sue passioni erano i robot dei cartoni animati giapponesi, Indiana Jones e la musica classica,  e da grande queste passioni sono evolute in un grande amore per la tecnologia, i viaggi, la storia e… la musica classica (certe cose non cambiano mai!).
Nonostante al Liceo preferisse le materie umanistiche, per l’Università si è ricordato di Goldrake e Jeeg e ha deciso per l’ingegneria informatica. In seguito, dato che gli piacevano molto sia l’America che l’Italia, è riuscito a far parte di un gruppo di San Francisco pur restandosene a Voghera: lavora da casa, fa orari un po’ strani, viaggia abbastanza spesso, ma può continuare a godersi sia le splendide colline che la buona tavola dell’Oltrepò.
Nel tempo libero, quel poco che ha, adora fare gite con la sua famiglia e i suoi amici, correre, sciare, fare snorkeling e sub, e grazie al Coder Dojo ha scoperto che adora anche parlare di tecnologia ai bambini: lui passa loro qualche idea, loro gli passano un sacco di energia, e alla fine sono tutti più contenti!

Roberto Viola (vRoby) è un appassionato di informatica che adora programmare forse perché di lavoro fa tutt’altro.Avatar di VRoby
Di antica estrazione commodore ha iniziato con il basic per arrivare al vala passando per i più disparati linguaggi di programmazione.
Nella sua follia è arrivato a scriversi un basic multi piattaforma (sdlBasic) che alla fine ha cominciato a vivere di vita propria ed è finito nei repositori di debian/ubuntu e se lo è visto portare sulle macchine più incredibili (dalla psp al raspberry passando per lo zipit).
Considera scratch uno dei più semplici e potenti linguaggi mai inventati e adora interagire con i piccoli ninja che molto spesso sono molto più bravi di lui.

Britannico di nascita, vogherese di adozione, Paul Henshaw ha cominciaPaul Henshawto a scrivere codice BASIC su un Toshiba HX-10.  All’università ha scoperto diversi altri linguaggi di programmazione, la passione per il Jazz, e il fascino irresistibile dell’Italia.  Segue con entusiasmo il crescere del movimento Open Source e la diffusione delle metodologie Agile.  Quando non sta lavorando si diverte a suonare il basso elettrico.

Massimo? Nato a Voghera e’  un eterno quattordicenne in un corpo di un 43enne!La testa e’ rimasta laggiu’ anno 1986 quando giocava con l’Amiga,  quando faceva rendering 3D aspettando 1 ora(!!!) per uno schermo nero e una banale sfera in gouraud shading e si illudeMassimo Basiricòva che la bambina che oggi e’ sua moglie, si entusiasmasse come lui!
Oggi quello che un tempo era un normale bambino che giocava a pac-man con 100 lire al bar  e’ diventato papa’ da qualche anno ed ha imparato che la cosa piu’ bella nella vita non e’ viverla ma donarla e vederla crescere. Ha imparato una cosa fondamentale non importa quanto tu conosca, non importa quanto tu abbia studiato, l’importante e’ la tua curiosita’ e la meraviglia della scoperta.
Ci sono mille modi di risolvere i problemi non ti scoraggiare  mai… e trova il tuo.

Francesco Trapani Nato a Milano, dopo aver completato gli studi viene avviato alla carriera di ispettore tecnico in Esselunga, non gli frullano ancora per la testa dati e modelli predittivi. Di professione si occupa di analisi e valutazione di politiche pubbliche per conto di un’agenzia di sviluppo regionale. Appassionato di escursioni e arrampicata sportiva (solo indoor), di recente si diletta a suonare la chitarra acustica, attività che gli ha portato, oltre ad una certa ammirazione, un certo sbigottimento da parte di suo figlio, al momento in cui si scrive, suo unico fan! Vorrebbe abitare in una nZEB (una cas

IMG_2370

a ecologica a zero consumo di energia). Fervente sostenitore del lifelong learning, dopo aver studiato marketing territoriale, business intelligence e big data analytics, ha passato le selezioni per un master in digital transformation, perché crede che il nostro paese, nonostante le continue lamentele, sia anche capace di slanci e di entusiasmo, come molti dei nostri ragazzi, in Italia e all’estero, stanno dimostrando.

Annunci

2 risposte a "I nostri Mentor"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...